top of page

La Sfinge | Luigi Silvestri

Guardo l'ora... è momento! I "corridori astrali" stanno per aprirsi... Avrò pochissimo tempo per entrare nel mio secondo corpo e fare il "salto"...

È più di un mese che aspetto e mi preparo per questo momento...

ho sentito voci che la "pratica della sfinge sia una delle più toste"... Devo prendere il mio Preparato Alchemico...

l'ho preparato con tanta cura nell'ultima notte luna piena... La bevo ma non la ingoio, la trattengo in bocca. È amara, molto alcolica, mi fa lacrimare gli occhi, ma resisto e la tengo sotto la lingua per farla entrare prima in circolazione.

Finalmente la ingoio e vado nella mia stanza dove ho allestito il mio angolo di meditazione. Comincio a mettermi in posizione, preparo i mudra con le mani e comincio a respirare come mi ha detto il mio Maestro. Si... sento il mio corpo fisico che comincia a rilassarsi... Si rilassa sempre di più... È immobile! ... Silenzio... ... Bene... posso concentrarmi sul mio "secondo corpo"... Con il respiro lo espando e lo contraggo a mio piacimento. Più ci lavoro su e più perdo il contatto col corpo fisico. Bene è il momento di visualizzare il mandala...

Il portale... Lo Stargate.

Ho un pò paura ma non posso vacillare... tutto deve essere eseguito alla lettera. Se ho seguito bene le istruzioni del mio Maestro nell'ora astrologica giusta il "portale" dovrebbe aprirsi... Visualizzo il mandala, cerco di mantenere il più possibile fisso questa immagine nella mia mente... Quando sono nel secondo corpo, il mentale è più stabile ma richiede più energia. ... Ecco sta avvenendo... il mandala si sta illuminando sempre di più... Wow! Si muove.. rotea! Che spettacolo!!! È il momento!!! Sento che il portale mi aiuta ad entrarci dentro, cavoli è tutto vero!!! Salto!!!!!! ... ... Vortice...

Vedo un vortice che mi tira dentro... Non ho controllo, non posso tornare indietro... Ho paura... Dove sto andando...!!!??? ... ... ... Un grande Bagliore! ... Mi ritrovo in un deserto... Guardo le mani e vedo che hanno una consistenza eterea... Sono come un fantasma... Ma dove mi trovo??? Tutto il lavoro era incentrato per arrivare all' "inizio dei tempi"... La pozione, il mandala, il corridoio... tutto doveva condurmi qui... È questo l’inizio dei tempi? Un deserto? Il maestro non mi ha detto nulla, non voleva condizionarmi ma se avessi seguito alla lettera tutte le istruzioni avrei avuto una sopresa sconvolgente. ... ... Mi guardo intorno... In lontananza vendo qualcosa... Ma sono piramidi... e c'è la sfinge...!!! È diversa da come la ricordavo è decisamente più bella, come nuova... sembra viva! È VIVA CAZZO!!! Devo avvicinarmi di più...

... ... La Sfinge comincia a parlarmi nella testa...: "Oh Viandante... Io sono Shespankh, guardiana delle soglie proibite. Sono colei che ascolta il canto dei pianeti... Colei che veglia ai confini dell’eternità, Io veglio su tutto ciò che è stato, su tutto ciò che è e su tutto ciò che sarà... Io sono lei che vede scorrere in lontananza i Nili celesti e il navigare delle barche del sole... Oh tu Viandante poni la tua domanda..." ... ... Cavoli!!! e adesso??? Non devo farmi prendere dalle emozioni!!! devo risponderle!!! "Shespankh io sono qui per conoscere le origini dell'universo!!!"...


La sfinge mi risponde...: "La tua domanda è poco chiara ma sopratutto limitata... non esiste un solo universo ma più universi. Se pensi che ci sia una origine allora ci deve essere anche una fine ma non è cosi... Tutto è! Il tempo non esiste è una percezione mentale!"


io:

Cavolo... difficile accettare questo concetto per la mia mente umana. "Ma se il tempo non esiste, tu chi sei veramente che ci fai qui?"


la Sfinge: "il sono stata creata per risvegliare le anime che cercano risposte per la loro evoluzione... fino a quando un'anima come la tua rimarrà vincolata al concetto di tempo non andrà mai oltre la dualità e mai riuscirà a realizzare la vera natura di se stessa".


io: "non capisco... ma se il tempo non esiste come faccio a spiegarmi l'inizio e la fine della nostra conversazione?"


La Sfinge: "La nostra conversazione è già avvenuta, migliaia di volte, ma vivendo in terza dimensione la tua mente vive il tempo linearmente e cambia percezione di esso in base ai tuoi stati emotivi"


io: "migliaia di volte??? tu mi conosci"


Sfinge: "io conosco la tua essenza... ogni volta che si reincarna cade nell'oblio... sei già venuto da me in migliaia di altre forme"


io: "che senso ha tornare migliaia di volte?"


Sfinge: "Ogni volta hai un'esperienza di vita e di morte nella materia totalmente diversa... più acquisti conoscenza e più evolvi in essenza".


io: "essenza? ma non sono già la mia essenza?"


Sfinge: "No! in questo momento sei ancora identificato nella tua mente, nei tuoi pensieri, nel tuo corpo! anche se sei riuscito ad arrivare qui sei sempre umano. tu non sei quello che pensi di essere... Sei un'altra cosa..."


io: "come faccio ad andare oltre? come faccio a ricongiungermi con la mia essenza?"


Sfinge: "tu sei già oltre, sei già qui con la tua essenza, per rendertene conto devi fare solo una cosa... Morire!"


io: "come morire?"


Sfinge: "morire è un termine umano, è un termine che la tua mente può capire... ma non devi intendere la parola “morire” come la fine di tutto ma come un momento di passaggio... Senza morte non può avvenire il cambiamento"


io: "Quindi cosa dovrei fare, come faccio a morire qui???'"


Sfinge: "Entra nella piramide e ascolta le mie istruzioni"

Cavoli ma adesso che faccio? un'altro viaggio? e questa sfinge mi ha detto che devo morire... Io non so se me la sento... E se me ne andassi? Ma in che modo? Il Maestro mi ha fregato... sapeva che non avrei saputo andarmene, quindi sapeva che ero obbligato ad entrare nella piramide... Ok, va bene... Alla fine glielo chiesto io... Se è cosi che devo morire allora sia! Sempre meglio che morire di un incidente. Ho paura... ma ormai devo farlo... Vado nella piramide...


Sfinge: "Cerca di distaccarti dalla tua mente, come vedi i tuoi pensieri ti stanno condizionando al punto che stai quasi per paralizzarti e rischi di far saltare il continuum... Rilassati e stenditi. ... ... Comincia a rilassarti"


Mi sono steso nella camera centrale della piramide... Sento una vibrazione strana, come se tutta la piramide cominciasse a subire un terremoto. Il mio corpo si sta espandendo... mi sento come se qualcuno mi stesse spalmando su tutto il pavimento di quella piramide ma mi rendo conto... non ho più un corpo sono un campo in espansione... non riesco a descrivere quello che vedo, è come se vedessi la realtà collassare su se stessa.... alla fine di questa espansione un triangolo. Entro dentro e divento quella luce... Da qui comprendo di essere il "tutto"... Un senso di espansione infinita... Comprendo che sono io il creatore della Sfinge, del mio mondo e di tutte le proiezioni come la mia famiglia, il mio Maestro e tutto quello che mi circonda tutti i giorni.. io Sono. Adesso comprendo il senso di tutte le vite che sto vivendo contemporaneamente. ... ... Vuoto... ... ... ... Sento un vortice che mi risucchia dalla mia estasi...


Comincio a rivivere il viaggio al contrario ad una velocità pazzesca... e mi ritrovo nella mia stanza nella mia forma di piccolo umano. Sono sconvolto...


Luigi Silvestri

229 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page