top of page
  • Immagine del redattoreLuigi

I 12 POTERI DELL'UOMO - Charles Fillmore


Il disegno qui sotto proviene da pagina 14 del brillante e rivoluzionario testo di Charles Fillmore, "The Twelve Powers of Man", i dodici poteri dell'uomo, pubblicato originariamente nel 1930. A pagina 16 di questo trattato, egli descrive i punti come segue:


1. Fede-Pietro-centro del cervello

2. Forza-andrea-lombi

3. Giudizio - Giacomo figlio di Zebedeo - fossa dello stomaco

4. Amore-Giovanni-dietro al cuore

5. Potenza-Filippo-radice della lingua

6. Immaginazione-Bartolomeo-tra gli occhi

7. Comprensione-Tommaso-cervello anteriore

8. Volontà-Matteo-centro cervello anteriore

9. Ordine-Giovanni, figlio di Alfeo-navigazione

10. Zelo-Simone il Cananeo-testa posteriore, midollo

11. Eliminazione-Taddeo-regione addominale

12. Conservatore di vita-Giuda-funzioni generative


In questo modello, Fillmore segue un principio universale, cosmico: Come dentro, così fuori; come sopra, così sotto. Egli postula che come i figli di Dio, abbiamo 12 poteri spirituali, ognuno dei quali si manifesta e funziona in e attraverso una particolare parte del corpo. Tuttavia, non include tutti gli organi e i sistemi del corpo in questo modello iniziale. Così, non menziona il sistema respiratorio, il sistema muscolare, il sistema scheletrico, il fegato e la milza del sistema circolatorio, e molti altri. Così, possiamo vedere che il suo modello è un'esposizione iniziale della correlazione delle potenze in tutto il tempio del corpo, e non una spiegazione completa. Apparentemente, egli ha capito questo, dato che ha scritto a pagina 16: "Le denominazioni fisiologiche di queste facoltà non sono arbitrarie - i nomi possono essere ampliati o cambiati per soddisfare una più ampia comprensione della loro piena natura".


Fillmore non dà alcuna spiegazione di come ha sviluppato il suo modello. Inoltre, non era uno scienziato o un medico. Anche se lo fosse stato, quando sviluppò questo trattato, molte parti del corpo, specialmente il cervello, erano comprese solo marginalmente. Per esempio, nessuno conosceva la funzione della ghiandola pineale, del talamo o dell'ipotalamo. Pertanto, sarebbe stato impossibile per lui arrivare ad una spiegazione completa di come i poteri si correlano con i vari organi e sistemi.


In retrospettiva, è sorprendente che abbia localizzato la maggior parte dei poteri nella giusta area generale, anche se le sue spiegazioni erano incomplete o parzialmente imprecise.


Fillmore amava esplorare la scienza e la medicina come modi per spiegare verità e intuizioni metafisiche. Se fosse vissuto nel 21° secolo, sarebbe stato il primo ad esplorare tutti i nuovi sviluppi scientifici e medici; e ad adattare, rivedere ed espandere il suo trattato sui 12 poteri. Come disse, si riservava il diritto di cambiare idea.





426 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page